Studio Fisioterapico NovaRehab Genova

di Paolo Angelo Basso e Marina Causa, Dottori in Fisioterapia
terapia-manuale-genova
Fisioterapia Homepage

Terapia Manuale, Fisiokinesiterapia

Terapia Manuale

Che cos’è?

La Terapia Manuale (TM) è una branca della fisioterapia che si avvale di tecniche manuali per la presa in carico e trattamento dei disordini muscoloscheletrici, ovvero della disfunzione delle componenti che costituiscono il sistema neuro-muscolo-scheletrico umano, vale a dire da: ossa, muscoli, fasce, nervi e vasi. Tali alterazioni, o danneggiamenti, possono indurre sindromi disfunzionali dolorose acute, subacute o croniche dell’apparato locomotore.

Il dolore conseguente ai disordini muscolo scheletrici rappresenta una delle cause più frequenti per cui ci si rivolge al proprio medico curante. Pur essendo fortemente migliorati alcuni aspetti fondamentali della nostra vita, quali la medicina, la ricerca, la tecnologia e le condizioni lavorative, il dolore “articolare” si conferma ancora uno dei problemi più sentiti da parte della popolazione.

Diversi autori hanno individuato come possibili cause del dolore muscolo-scheletrico, fattori come la sedentarietà, il sovrappeso, la scarsa “igiene posturale”. Quasi certamente ognuno di noi ha sperimentato cosa sia una lombalgia, una cervicalgia, un’epicondilite e quanto possa essere doloroso residuare problemi dopo la rimozione di un gesso o successivamente ad un intervento chirurgico.

bp

Quale approccio manuale utilizza?

La TM si avvale oltre che di test valutativi, di tecniche manuali articolari (mobilizzazioni e manipolazioni), muscolari, fasciali e nervose, atte a migliorare, attraverso il riequilibrio tensionale, la mobilità della colonna vertebrale e degli arti.

massage-1015568_1920

Quali indicazioni ha?

Queste tecniche trovano particolare indicazione nei seguenti quadri algico-disfunzionali:

* Rachialgie:

– Cervicalgia

– Dorsalgia

– Lombalgia

– Cervico-brachialgia e lombo-sciatalgia

– Sindrome dello stretto toracio

– Sindromi dolorose da compressione radicolare (ad esempio: ernia, protrusione o bulging discale, discoartrosi)

In svariate altre patologie dell’apparato locomotore o disfunzioni muscolo-scheletriche, il trattamento di TM deve considerarsi come un valido strumento terapeutico di completamento del trattamento rieducativo fisiokinesiterapico.

Per questa ragione la TM trova indicazione relativa, anche nei seguenti quadri algico-disfunzionali:

* Patologie della spalla:

– Periatrite scapolo-omerale

– Sindrome da impingement (non chirurgica)

– Sindrome da impingement (non chirurgica)

* Patologie del gomito/polso/mano:

– Epicondiliti e epitrocleiti

– Tunnel carpale

* Patologie dell’anca/bacino:

– Sindromi da impingment (periatrite d’anca)

– Pubalgia (sindrome retto-adduttoria)

* Patologie del ginocchio:

– Tendinopatia rotulea

– Sindrome della bendelletta ileo-tibiale

– Tendinopatia della “zampa d’oca”

* Patologie della caviglia/piede:

– Sindromi da impingment dell’articolazione tibio-tarsica (caviglia)

– Fascite plantare e metatarsalgie